Brutte notizie per tutti i fan di Brian May, che ha dovuto cancellare l’intero Christmas Candlelight Tour a causa di una malattia non meglio specificata.

Sul sito del leggendario chitarrista dei Queen è infatti apparso l’annuncio che gli 11 concerti con Kerry Ellis, che avrebbero dovuto prendere il via il 7 dicembre, sono stati annullati in quanto l’attività non farebbe che aggravare le condizioni di salute dell’artista.

Il musicista di 69 anni si è scusato con i suoi fan e ha spiegato che “è stata una decisione sulla quale ho riflettuto molto, ma alla fine è diventata inevitabile. Sono riuscito a completare il recente tour dei Queen con Adam Lambert in Asia, ma ho dovuto combattere sempre più strenuamente con una malattia persistente che sta distruggendo la mia energia e la mia volontà”.

A provocare la decisione di Brian May non solo la preoccupazione per la sua salute, ma anche per la qualità degli show che potrebbe offrire: “Sono a un punto in cui non sono sicuro di poter esibirmi secondo gli standard cui tutti noi siamo abituati. Mi è stato fortemente consigliato di riposare e guarire, piuttosto che rischiare di stare male mentre suono, cosa che sarebbe una vera tragedia. Sono convinto che sia molto meglio cancellare ora le date e risarcire i fan, e dare a tutto il nostro team la possibilità di ri-pianificare le date”.

May, che è sposato con l’attrice Anita Dobson, ha combattuto in passato con un cancro alla prostata, ma è stato dichiarato guarito del tutto nel 2014. In base ad altre dichiarazioni pubblicate sul suo sito qualcuno ha ipotizzato che il male che affligge il chitarrista potrebbe essere la depressione; di recente infatti il musicista aveva parlato di “‘un’enorme nuvola nera nella mia sfera personale che sta minando il mio entusiasmo e le mie energie e mi fa sentire come se niente avesse senso“.