Tutte le testate giornalistiche, italiane e mondiali, ne stanno parlando. Dopotutto Breaking Bad è una delle serie televisive più amate di sempre, tanto da non volersi fermare alla quinta stagione ma procedere verso la sesta.

Alla notizia i fan della serie sono rimasti un po’ scossi, anche perché sapevano con certezza che la quinta sarebbe stata l’ultima. Lanciata da una testata satirica statunitense – e presa come vera anche da alcune testate italiane di grande rilievo – la notizia di una nuova stagione non ha potuto che fare il giro del mondo in poche ore, ma a quanto pare non sarebbe altro che una bufala. D’altro canto non si poteva aspettare altro dato che il sito che il National Report è da sempre considerato poco attendibile, poiché la maggior parte delle notizie pubblicate sono inventate.

Costruita alla perfezione, oltretutto, con stralci di una presunta intervista del creatore della serie Vince Gilligan alla CNN e conversazioni inventate tra Gilligan e Bryan Cranston su una presunta visione del suo personaggio avuta durante un sogno. “Walter White non è morto, e nemmeno Breaking Bad. L’abbiamo tenuto nascosto per mesi, ma ora può essere rivelato. La sesta stagione di Breaking Bad sta arrivando” dice Gilligan in uno stralcio della finta intervista.

Tutto falso, ovviamente, anche perché al momento lo stesso Gilligan è impegnato con lo spinoff Better Call Saul, che vedrà tra i protagonisti l’avvocato di Walter White, Saul Goodman. Mentre questa bufala rimbalza da un sito all’altro, i produttori ed il cast si godono la grande vincita riscossa anche quest’anno agli Emmy Awards: la serie ha vinto come Migliore serie drammatica, Bryan Cranston come Migliore attore protagonista di una serie drammatica (Walter White), Aaron Paul come Migliore attore non protagonista di una serie drammatica (Jesse Pinkman) e Anna Gunn come miglior attrice non protagonista di una serie drammatica (Skyler White). (scopri qui tutti i vincitori della 66esima edizione)

photo credit: Peabody Awards via photopin cc