Quando si dice diversificare le proprie attività. Bradley Cooper è infatti intenzionato a passare dietro la macchina da presa, forse per garantirsi un lavoro per quando sarà troppo anziano e meno richiesto dai registi per recitare.

Il primo film su cui dovrebbe mettere la firma l’attore di American Sniper non è certo una pellicola molto semplice, dato che si tratta del remake di A Star is Born, in Italia È nata una stella.

L’opera ha una storia molto intricata, dato che l’originale risalente al 1937, diretto da William A. Wellman, è stato poi rifatto nel 1954 da George Cukor, che rese immortale Judy Garland e poi nel 1976 da Frank Pierson, che arruolò Barbra Streisand. La pellicola del 1937 era poi già ispirata a un altro film di Cukor, A che prezzo Hollywood?, risalente al 1932.

E ora dovrebbe arrivare Bradley Cooper, il quale, metaforicamente parlare, dovrebbe infilarsi nelle scarpe prima calzate da Clint Eastwood, che avrebbe dovuto dirigere questo terzo remake, corteggiando attori come Tom Cruise, Leonardo DiCaprio e lo stesso Cooper, per poi spostarsi sul progetto di Jersey Boys.

L’interprete di Una folle passione (in cui ancora una volta ha recitato insieme a Jennifer Lawrence dopo Il lato positivo delle cose e American Hustle, e con la quale reciterà in Joy di David O. Russell) produrrà A Star is Born insieme a Jon Peters, Billy Gerber and Basil Iwanyk.

A quanto sembra i produttori sembrano essere intenzionati a seguire le orme di Eastwood anche per quanto riguarda la star femminile, che a sorpresa dovrebbe essere la cantante Beyoncé Knowles, la cui gravidanza aveva fatto desistere il cineasta di Gran Torino.

A Star is Born, che racconta l’amicizia amorosa tra un vecchio attore dimenticato e una nuova stellina in ascesa, non è però l’unico progetto registico di Cooper. A gennaio si era infatti parlato di Honeymoon with Harry, in cui l’attore avrebbe dovuto duettare con Robert De Niro in una commedia piuttosto amara basata su un viaggio compiuto da un fresco (quasi) vedovo e l’irascibile padre della (quasi) sposa.

Dopo la fine della storia con Suki Waterhouse durata due anni, però, forse l’attore-regista vorrà dedicarsi a qualcosa di meno personale…