Box office abbastanza inaspettato e a dir poco preoccupante quello dello scorso weekend: a conferma del calo di spettatori già registrato nello scorso mese di gennaio, nessun film del weekend ha superato il milione di euro di incasso: - 21,34 % lo scarto rispetto allo stesso fine settimana dello scorso anno.

Ad ogni modo Warm Bodies di Jonathan Levine si piazza sul podio dei maggiori incassi: la love story zombie-adolescenziale guadagna 898.827 euro e 2.483 euro di media copia. Sale di una posizione The Impossible, ora secondo con 855.000 euro e oltre 2,5 milioni di incasso complessivo. Al terzo posto, scende di due gradini, Lincoln di Steven Spielberg: 800.207 euro e poco più di 5 milioni di euro come incasso generale.

Il resto della top ten vede Django Unchained scendere dal secondo al quarto posto (785.346 euro), seguito da tre new entry:
‘Broken City’ e’ quinto con 604.989 euro, ‘Studio illegale’ di Umberto Carteni e’ sesto con 598.626 euro (e 1.761 euro di media per copia), ’Zero Dark Thirty’ di Kathryn Bigelow (candidato a 5 premi Oscar) è settimo con 539.186 euro (e la media copia piu’ alta tra i film in top ten, pari a 2.808 euro). Scende dalla sesta all’ottava posizione Les Misèrables di Tom Hooper (487.471 euro e 1.410.800 euro di incasso complessivo), mentre ‘Flight’ scivola dal quarto al nono posto
(369.864 euro). Chiude la top ten ‘Looper’, decimo con 361.903 euro.

Per trovare il film con la media copia piu’ alta in assoluto (4.750 euro) bisogna scendere alla sedicesima posizione: Re della terra selvaggia di Behn Zeitlin (candidato a 4 premi Oscar), rilevato dal Cinetel in 27 sale, incassa 128.587 euro in 4 giorni.

photo credit: susan catherine via photopin cc