Si sapeva da tempo che avremmo avuto modo di rivedere al cinema lo scomparso Robin Williams, ma l’uscita del trailer di Boulevard lascia comunque sgomenti e in preda a una sensazione di tristezza.

Il film sarà l’ultimo con protagonista l’attore, suicidatosi lo scorso 10 agosto, a vedere il buio della sala cinematografica. Come è stato rivelato in seguito al decesso, Robin Williams aveva da poco scoperto di essere affetto dal morbo di Parkinson, mentre soffriva da tempo di una malattia nota come demenza da corpi di Lewy, in grado di provocare allucinazioni visive.

È un’interpretazione drammatica quella offerta da Williams, che si distacca dai tanti (forse troppi?) ruoli comici di cui è costellata la sua filmografia, che presenta capolavori ma anche numerose opere dimenticabili.

In Boulevard, presentato allo scorso Tribeca Film Festival, l’ex Peter Pan di Hook è Nolan, un impiegato di banca con una bella famiglia, la cui vita cambia all’improvviso quando, spinto da un desiderio inconscio, carica in macchina un giovane prostituto, Leo. Nolan è infatti consapevole di essere gay, ma ha sempre negato il suo orientamento, nonostante nella casa che condivide con la moglie Joy i due vivano in stanze separate.

L’incontro con Leo, al quale vorrebbe offrire qualcosa di diverso dal sesso occasionale, è l’occasione per scoprire una nuova felicità inaspettata, nonostante le difficoltà derivanti dalle bugie che è costretto a raccontare alla moglie.

ll film di Dito Montiel (Guida per riconoscere i tuoi santi, Empire State, The Son of No One) uscirà nelle sale statunitensi il 17 luglio e vede nel cast Roberto Aguire, Kathy Baker e Bob Odenkirk.

Prossimamente sentiremo la voce di Robin Williams in Absolute Anything del Monty Python Terry Jones, nel quale interpreterà un cane in grado di parlare amico del protagonista Simon Pegg. Gli ultimi film in cui è comparso Williams sono Notte al museo – Il segreto del faraone e 90 minuti a New York.