E’ stato uno spettacolo davvero raccapricciante! Una band di fama MONDIALE con 30 anni di esperienza e voi la liquidate in questo modo? Con una domanda davvero inutile e senza senso ed un “traduttore” penoso? Vi dico solo che dal video, nonostante sia stata abbassata la voce di Jon al microfono, capisco io cosa dice e non sono laureata alla facoltà di lingue e letterature straniere. Una vergogna! Con tutto il rispetto per Fazio ma ha fatto una figuraccia durante la scenetta con Brignano: prendere palesemente in giro artisti come i Bon Jovi per un errore della trasmissione e per l’incompetenza del proprio personale. Complimenti per la figuraccia.

Così scrive uno spettatore del programma televisivo ‘Che Tempo Che Fa‘ di Fabio Fazio in merito all’esibizione dei Bon Jovi che si è tenuta proprio ieri sera.

Ma partiamo dal principio, per capire il perché di tanto sdegno!

Ieri sera, come vi avevamo anticipato noi qualche giorno fa, la storica band Bon Jovi è stata ospite del programma tv di Rai 3 e, in questa occasione, si è esibita con il brano ‘Because we can‘ che anticipa il nuovo disco ‘What about now‘, in uscita il prossimo 25 marzo.

Fin qui tutto normale, a parte l’intonazione traballante del sempre bellissimo Jon Bon Jovi, apprezzabile comunque per aver scelto un’esibizione live.

Il problema nasce al momento dell’intervista!

Fazio si avvicina alla band complimentandosi con loro e, al front man, chiede qualche anticipazione sul disco non ancora uscito.

E qui scatta la polemica!

Per evidenti problemi tecnici, la traduzione della risposta del cantante non soddisfa le aspettative, o meglio…non c’è traduzione!

È un album che noi abbiamo registrato, avete sentito questo singolo“: queste sono le parole tradotte.

Lo stesso Fazio, al termine della traduzione afferma: ‘Tutto qui?…

In realtà infatti, Jon Bon Jovi spiega che quello in uscita rappresenta il 15esimo disco della loro carriera e, da quello che mi sembra di intuire (visto che hanno vertiginosamente abbassato l’audio del microfono di Jon Bon Jovi), spiega che, dopo uno stop di qualche anno (il loro precedente disco risale al 2009), si sono rimessi a lavoro e ‘Because we can‘ rappresenta dunque il loro ritorno.

Cliccate QUI per vedere il video dell’esibizione.

C’è stato inoltre chi non ha apprezzato il modo in cui il presentatore e Enrico Brignano, anche lui ospite del programma, hanno scherzato sull’accaduto.

La scenetta montata, che potete vedere cliccando QUI, è stata vista da alcuni come una presa in giro alla band, a mio avviso si è trattato di un divertente tentativo di ironizzare sull’accaduto, al quale ha simpaticamente partecipato anche Paolo Noseda, storico traduttore di Che Tempo Che Fa, rendendo esplicito l’errore tecnico!

Chiamiamolo pure il ‘bello della diretta’….e fateve ‘na risata!