Bob Dylan è stato denunciato, in Francia, dall’associazione degli emigrati per istigazione all’odio razziale contro i croati. Il cantautore aveva rilasciato dichiarazioni sull’edizione francese del Rolling Stone in cui paragonava i balcanici ai nazisti e al Ku Klux Klan: “Il problema degli Stati Uniti è che sono troppo ossessionati dal colore della pelle. I neri sanno che certi bianchi non avrebbero mai abbandonato la schiavitù, che se li avessero lasciati fare, sarebbero ancora alla loro mercé, e non possono fingere di ignorarlo. Se hai sangue del Ku Klux Klan nelle vene, i neri lo sentono ancora oggi. Un po’ come gli ebrei sentono i nazisti e i serbi i croati”.

Da qui è partita la denuncia della comunità degli emigrati croati in Francia: “È un’incitazione all’odio. Qui non si prendono a paragone i criminali croati, ma tutti i croati”. Ora si aspetta di capire quali risvolti ci saranno sulla questione.