Dieci persone, ognuno può contare solo su se stesso: questo è Alone il reality più estremo mai raccontato in televisione che andrà in onda da stasera, 29 maggio, alle 22.10 su Blaze al canale 119 del bouquet Sky. Perché il reality è un genere ampio che non è fatto solo di polemiche e liti trash, amori fedeli e pubblici tradimenti ma può diventare anche esperimento sociale vero dove l’uomo, animale sociale, mette in sfida sé stesso contro la solitudine e la natura in un viaggio antropologico emozionante e interessante per il pubblico a casa.

Alone, l’esperimento di sopravvivenza più estremo mai tentato in televisione, torna con la sua seconda stagione in prima visione assoluta per l’Italia con i dieci coraggiosi protagonisti, selezionati tra più di 35.000 aspiranti attraverso una serie di prove specializzate come la costruzione di un riparo, l’accensione di un fuoco o la costruzione di trappole, saranno chiamati a sopravvivere nelle condizioni più estreme, in completo isolamento, nella foresta di un’isola a largo di Vancouver, in Canada.

Non esistono squadre, compagni di avventura, ospiti, cameraman della produzione o altro. Si tratta di una lotta solitaria senza precedenti contro la natura e i propri limiti con l’obiettivo di vincere un ricchissimo premio in denaro: 500mila dollari che si aggiudicherà solamente chi riuscirà a sopravvivere più lungo.

Mary Kate, Randy, David, Desmond, Jose, Larry, Tracy, Nicole, Mike, Justin: questi i nomi dei dieci “solitari” chiamati a vivere nella natura selvaggia, da soli, con una telecamera che filmerà la loro lotta per la sopravvivenza. Dovranno procacciarsi cibo, costruirsi un riparo, respingere l’attacco di animali pericolosi. E, soprattutto, dovranno fare i conti con una solitudine estrema e uno stress psicologico immane, cercando di mantenere una buona salute fisica e mentale per portare a termine la propria missione: rimanere vivi.

Noi di Leonardo.it abbiamo visto la prima puntata in anteprima e possiamo garantire che gli amanti di documentari e di avventura  rimarranno completamente innamorati di questo programma dal ritmo incalzante che racconta la sopravvivenza dell’uomo rendendo immediatamente comprensibili le difficoltà dei primi uomini che hanno colonizzato il nostro pianeta.