Quando si seppe dell’acquisizione della Marvel da parte del colosso Disney tutti gli appassionati di fumetti rabbrividirono temendo una deriva infantile dei loro franchise fumettistici e cinematografici preferiti.

Dopo qualche anno, e con i nuovi episodi dei film di Iron Man, Capitan America, Thor e tutti gli altri (Guardiani della Galassia inclusi) pare che i timori di un tempo fossero infondati.

Con Big Hero 6, film d’animazione in uscita a Natale in Italia, si è poi verificato un passo “storico”: l’opera firmata da Don Hall e Chris Williams è infatti il primo adattamento targato Disney (e solo Disney) di un franchise della Marvel.

Nella trasposizione dell’oscuro gruppo di personaggi della Casa delle Idee, afferma il produttore Kevin Feige, la Marvel non è stata minimamente coinvolta, acuendo così la curiosità degli appassionati di animazione.

Ambientato nella città di San Fransokyo (un mix tra San Francisco e Tokyo), il film vede come protagonista il giovane Hiro Hamada, inventore di robot, che insieme alla sua creazione Baymax e al suo gruppo di amici dovrà contrastare il piano criminale che mette in pericolo tutto il mondo.

Photo credit: Disney