Solamente qualche settimana fa tutto sembrava andare per il verso giusto, i tanto amati attori della serie di The Big Bang Theory si apprestavano a registrare la tanto attesa ottava serie (prevista in Italia a settembre), ma stando alle ultime notizie adesso sembrerebbe tutto a rischio.

Rinnovata per le prossime 3 stagioni, la sit-com potrebbe slittare o addirittura saltare dato che i cinque attori principali (Jim Parsons, Johnny Galecki, Kaley Cuoco, Simon Helberg Kunal Nayyar) avrebbero richiesto la rinegoziazione del contratto proprio due settimane prima dell’inizio delle riprese, fissate per il 30 luglio. Lo stesso è stato fatto anche i due nuovi volti della serie, Melissa Rauch (Bernadette) e Mayim Bialik (Amy), anche se al momento sarebbero le uniche due ad essere state confermate per la serie (con un rispettivo guadagno attuale pari a 125 mila e 75 mila dollari a episodio).

Fino alla settima stagione i rispettivi guadagni della Cuoco, ma anche Parson e Galecki, ammontavano a 350 mila dollari a testa per episodio, per non parlare dell 0,25% che ricevevano dal merchandise. A questo proposito gli attori chiederebbero il compenso stellare di un milione di dollari a testa per puntata, che verrà prolungato per le prossime tre stagioni già confermate. Un caso che ricorda molto quello di Friends, alla quale TBBT è stato spesso paragonato specialmente per cachet e popolarità, per cui gli attori avrebbero chiesto (e poi ricevuto) una somma pari a un milione di dollari per episodio.