La serie tra le più attese di questo 2015 è finalmente iniziata e lo ha fatto con il botto: “Better Call Saul” racconterà la storia dell’avvocato James McGill (interpretato da Bob Odenkirk) prima di incontrare Walter White e Jesse Pinkham e diventare poi Saul Goodman.

Proprio per questo motivo i fan della serie di culto “Breaking Bad” ormai da tempo si chiedono se questi ultimi due personaggi faranno presto una comparsa come guest star nel prequel ideato da Peter Gould e Vince Gilligan.

Proprio a riguardo di recente ha parlato anche lo stesso Aaron Paul – che nella serie precedente vestiva appunto i panni dello scatenato Jesse Pinkham – il quale a Variety ha espresso il suo desiderio di apparire anche in un cameo nella serie televisiva targata AMC. Alla domanda se volesse fare un cameo nella serie lo stesso attore ha dichiarato “Ci divertiamo ogni volta che parliamo dell’argomento: Vince (Gilligan), io,  Peter (Gould) e gli sceneggiatori. Però non abbiamo idea di come questo possa accadere: chissà, magari un giorno”.

Ovviamente però lo stesso sta seguendo comunque la serie: “la adoro”, ha dichiarato “è un po’ strano perché sembra un po’ Breaking Bad ma ha un tono leggermente diverso. Conosco tutti coloro che sono coinvolti nella serie, io non lo sono ed è un po’ strano, un po’ triste, ma è ottimo.

Ma se lo stesso non voleva rilasciare alcune dichiarazioni di troppo su una sua possibile comparsa dell’attore in un cameo ci pensa il produttore esecutivo di “Breaking Bad” Michelle MacLaren – che ha diretto anche il secondo episodio dello spin-off – la quale ha espresso tutto il suo entusiasmo per una possibile comparsa dei due personaggi in “Better Call Saul”. “Chi lo sa cosa potranno fare, ma è un prequel quindi lui (Paul) potrebbe esserci” ha dichiarato la stessa MacLaren, continuando “Penso che la storia sia aperta a tutti coloro che gli stessi Vince e Peter decideranno di far tornare. Immagino che a tutti coloro a cui verrà chiesto diranno di sì, ma non ho assolutamente idea di cosa potranno fare”.

Better Call Saul: gli ascolti e una nuova stagione

È inutile dire come la serie targata AMC fosse una delle più attese di questo 2015 e a dimostrazione di questo hanno parlato gli ascolti record registrati anche solo nel primo episodio, risultando la première con il più alto indice di ascolto di sempre per la tv via cavo con un totale che supera i sei milioni di spettatori.

Sulla base di questo grandissimo successo, infatti, la serie è subito stata rinnovata anche per una seconda stagione: questa, rispetto alla prima, avrà tre episodi in più, passando quindi da dieci a tredici. Questa è stata ordinata a partire dal giugno di quest’anno per poi andare in onda nei primi mesi del 2016.

Questa seconda stagione, quindi, potrebbe aprire maggiori possibilità per una possibile comparsa dei due personaggi più amati di Breaking Bad.