Silvio Berlusconi chiude in bellezza la stagione televisiva del programma di Barbara D’Urso Domenica Live e lo fa parlando non solo degli argomenti topici per un politico (il duello con Renzi, le riforme, il mondo del lavoro…) ma anche lanciandosi in lunghi discorsi su animali domestici e loro salvaguardia.

Da quando il cagnolino Dudù è entrato nella sua casa e nella sua vita, Berlusconi ha riscoperto l’amore per gli animali: “Dudù mi ha fatto scoprire una cosa che avvertivo, ma di cui non ho mai avuto consapevolezza. Non avevo mai fatto entrare un cane dentro casa. Con Dudù ho scoperto la capacità che hanno questi animali di farsi amare da tutti. Dudù è adorato“.

Si è informato sulle condizioni di quelli rinchiusi nei canili e ha deciso di prendere a cuore la loro causa: “In Italia ci sono 150.000 cani ai canili comunali. Prigionieri. I nostri club (di Forza Italia n.d.r.) si devono impegnare a trovare un papà e una mamma ai cani prigionieri, che vivendo nei canili costano anche alla comunità“.

Berlusconi si dice pronto a trovare una famiglia per tutti i 150.000 cani, con l’ausilio di provvedimenti che possano favorire l’adozione da parte delle persone. Il Presidente di Forza Italia si concentra sul problema degli animali abbandonati a causa dell’eccessivo costo del loro mantenimento ma tralascia il fatto che la crisi economica delle famiglie è dovuta anche e soprattutto alla mancanza di lavoro. Chiaro che una famiglia con scarsi mezzi economici faccia fatica anche a curarsi del proprio amico a quattro zampe.