La notizia che il maestro Beppe Vessicchio non fosse a Sanremo 2017 aveva fatto indignare il web ma l’emergenza fortunatamente è rientrata perché il direttore d’orchestra più amato della televisione italiana sarà presente al Festival della Canzone Italiana di Sanremo invitato direttamente da Carlo Conti.  Beppe Vessicchio non dirigerà nessun cantante in gara ma sarà seduto in prima fila, nella serata di venerdì, al teatro Ariston perché “non c’è Festival senza Beppe Vessicchio” ha commentato Carlo Conti.

Beppe Vessicchio al Corriere della Sera racconta: “Ovviamente ho accettato con piacere. Mi volevano anche per il DopoFestiva, in un ruolo da commentatore che però non potevo accettare; non mi sembrava giusto mettermi a giudicare gli altri proprio il primo anno in cui non dirigevo.”

La polemica nei social è completamente rientrata, il maestro Vessicchio ci sarà e il Festival potrà iniziare con tranquillità. In effetti l’assenza del maestro Vessicchio al Festival avrebbe segnato sicuramente una pagina della storia della Kermesse, lui che è stato sempre presente dal 1990 ad oggi. Sono cambiati i sindaci di Sanremo, i conduttori, le vallette e i cantanti ma Beppe Vessicchio è sempre lì presente ogni anno a difesa del fortino.

Quest’anno la sua presenza a Sanremo sarà anche promozionale per il suo primo libro autobiografico “La musica fa crescere i pomodori” che racconta, attraverso la sua vita, un pezzo della musica leggera italiana degli ultimi 40 anni. Ora che anche Beppe Vessicchio ci sarà non rimane che attendere il 7 febbraio perché lo spettacolo sta per cominciare.