Roberto Benigni è stato il vero grande ospite del nuovo show di Fiorello e, durante la sua apparizione sul palco del teatro 5 di Cinecittà, l’autore toscano ha recitato una piece scritta intorno al personaggio di Silvio Berlusconi sotto forma di fiaba, chiosando poi, citando le indimenticabili parole del compianto presidente Sandro Pertini.

La fiaba recitata dal regista de La vita è bella, ha regalato al pubblico de Il più grande spettacolo dopo il week end, immagini relative a un cavaliere circondato da numerosi stallieri, manieri e principesse (facendo un chiaro riferimento alla favola de La principessa sul pisello).

Durante l’ultima puntata dello show in onda su rai uno, Roberto Benigni ha voluto cantare – come scherzosamente ha notato dal conduttore Rosario Fiorello – la sua personale versione di My way, ovverosia L’inno del corpo sciolto.

Subito dopo il comico ha ricordato il fumettista Andrea Pazienza, prematuramente scomparso, citando le sue parole “non bisogna mai tornare indietro, neppure nell’intento di prendere la rincorsa”.

Roberto Benigni ha voluto così incoraggiare i suoi concittadini a non ripetere gli stessi errori ma, semmai, di continuare a tenere a mente le parole di un altro personaggio politico italiano, l’ex presidente della Repubblica Sandro Pertini, il quale disse che gli italiani non necessitano di paternali, ma di esempi di rettitudine.