Il passaggio dal set alla macchina da presa non è scontato, ma è molto spesso inevitabile per le star di Hollywood soprattutto in momenti in cui le richieste sul tavolo non sono troppe.

E’ la volta dell’attore americano Ben Affleck che dopo le prove di “The town” e “Gone baby gone”, torna a cimentarsi dietro alla macchina da presa per dirigere l’adattamento per il cinema della storia post-apocalittica firmata Stephen King :”The Stand”.

Il racconto da cui ha tratto ispirazione il regista è noto in Italia con il titolo “L’ombra dello scorpione“, e narra di una catastrofe che porterà all’annientamento dell’intera popolazione del Nord America. Una potente arma batteriologica che reca con sé lo spettro attualissimo di una guerra chimica, che fa ancora più impressione se si considera che il libro è stato scritto nel 1978.

Il personaggio principale è Randall Flagg, l’anti-eroe che sarà presente anche nella “Torre Nera” e ne “Gli occhi del drago” dello stesso scrittore.

Una grande prova aspetta Ben Affleck, preferito dalla Warner Brs a David Yates, il regista di “Harry Potter”, almeno a quanto dicono i ben informati.

Ben Affleck per il momento è però impegnato sul set del film d’azione “Argo”, in cui recita come attore oltre a dirigere.