Mentre tutto il mondo si prepara ad assistere all’evento dell’anno, il Festival di Cannes che quest’anno – in occasione del suo 65° compleanno ha preparato un’edizione spettacolare – continuano anche le manifestazioni cinematografiche più piccolo, ma non per questo meno importanti.

A fine maggio, infatti, inizierà il Bellaria Film Festival, anche questo in grande spolvero per la trentesima edizione.

Dal 1982 il Bellaria Film Festival è una vetrina molto importante per tutti i talenti emergenti, come dimostra il successo di Toni Servillo che fu insignito del suo primo premio importante proprio al BFF nel 2002 (miglior attore per la sua interpretazione nel film “L’uomo in più” di Paolo Sorrentino). Quest’anno a Toni Servillo sarà consegnato il premio Casa Rossa alla carriera.

Diverse le categorie per i film in gara: “Italia Doc”, la categoria dedicata ai migliori documentari italiani dell’ultimo anno, “Radio Doc”, dedicata ai radio documentari e la categoria “Cortoconiglio”, organizzata insieme a “Il ruggito del Coniglio”, la popolare trasmissione radiofonica di RadioDue.

Uno speciale spazio sarà riservato anche ai documentari internazionali che trattano di temi di importanza planetaria come i diritti umani e la pena di morte. In questa edizione, poi, ci saranno anche la rassegna “Le opere e i giorni” e i “Bellaria Doc Lab”.