Si continua a parlare delle foto della conduttrice di Sky, Diletta Leotta: documenti privatissimi – messi in rete dagli hacker – che in poche ore hanno fatto il giro del web suscitando innumerevoli polemiche. Qualche giorno prima, infatti, si era suicidata la 31enne Tiziana Cantone a causa della pubblicazione di sei video hard, caricati persino sui siti porno. Adesso a parlare è l’ennesima vittima di un video hard finito sul web: Belen Rodriguez, infatti, girò un video piuttosto spinto con il suo ex fidanzato quando aveva appena 18 anni. Filmato che, quando venne messo in rete, le causò non pochi problemi.

Belen Rodriguez: “Sono stata depressa per due mesi”

“Quando è successa questa cosa ero a casa (si riferisce alle foto hackerate della Leotta e al suicidio della Cantone, ndr), mi sono messa davanti al telegiornale e mi sono messa a piangere. A me è successa esattamente una cosa del genere. Ho pensato se scrivere un post sui social network, ma tutti avrebbero ripreso la notizia e tutti sarebbero tornati a vedere il video. E’ una violenza infinita, sono stata depressa per due mesi, non uscivo di casa dalla vergogna. E ho perso un bambino… ero incinta in quel periodo” ha dichiarato Belen Rodriguez.

Il video hard di Belen Rodriguez

“Il brutto è che il mio video lo puoi ancora trovare su internet con un click, anche se io non ho mai avuto il coraggio di guardarlo. Queste cose non si riescono a bloccare, c’ho speso tanti soldi. Quando mi sono trovata davanti a un giudice, pure donna, mi ha detto: ‘Chi mi dice che non lo abbia messo in giro proprio lei per farsi pubblicità?’. E’ una vergogna, non possono succedere queste cose. Dovrebbero bloccare internet per il bene dei nostri figli. L’amore lo facciamo tutti…” ha concluso, amareggiata, la showgirl argentina Belen Rodriguez.