Ormai dovrebbe essere abituata ai Tapiri d’oro da parte di Striscia la notizia, e invece a quanto pare è una cosa che non accetta ancora di buon grado. Non questa volta. Belen Rodriguez ha infatti rifiutato in maniera brusca il suo Tapiro numero 20 ed è persino arrivata a chiamare i carabinieri.

Si è rivelata davvero estrema e al di là di quanto chiunque si sarebbe potuto attendere la reazione da parte di Belen Rodriguez al poco prestigioso premio consegnato da Valerio Staffelli di Striscia la notizia. La showgirl argentina “vanta” nella sua collezione di trofei già 19 Tapiri d’oro, ma evidentemente il 20esimo proprio non lo voleva.

Mettendo da parte l’ironia con cui aveva accettato fino ad ora tutti gli altri Tapiri che le erano stati portati da Valerio Staffelli nel corso della sua carriera ricca di alti e bassi, Belen Rodriguez questa volta non l’ha presa per niente sul ridere. Anzi, è arrivata persino a telefonare ai carabinieri richiedendo il loro soccorso.

Il Tapiro d’oro numero 20 è stato portato a Belen in seguito alle voci di un presunto litigio tra lei e il celebre chef Joe Bastianich, suo socio in affari del Ricci, il ristorante di Milano che i due hanno aperto insieme lo scorso anno. Negli ultimi tempi si sarebbe scatenato un diverbio con Joe Bastianich poiché quest’ultimo non avrebbe gradito molto la presenza fissa di alcuni amici di Belen Rodriguez nel ristorante milanese.

Un dissenso che avrebbe portato a un vero e proprio litigio tra i due soci, almeno secondo la stampa gossippara capitanata dal sito Dagospia, e che invece è stato smentito in maniera secca dai diretti interessati.

Belen Rodriguez aveva commentato le voci del litigio in maniera simpatica, pubblicando sulla sua pagina Instagram una foto in cui scherza con un coltello in mano mentre è nella cucina del Ricci con Joe Bastianich, accompagnata dalla scritta: “Questa è la risposta all’ennesima cazzata di gossip”. Poco dopo però Belen Rodriguez ha dimenticato l’ironia e, all’arrivo di Staffelli, non ha esitato a telefonare ai carabinieri.