Dopo l’addio di Ronn Moss, che ha lasciato Beautiful dopo 25 anni di riprese, anche Susan Flannery, ovvero Stephanie, ha detto addio ai suoi fan italiani nel modo più drastico.

Quale futuro per Beautiful? Quando mi chiedevo se esistesse vita prima della messa in onda, venticinque anni fa, della soap più longeva della tv internazionale, non scherzavo. Beautiful c’è sempre stato e, per noi fan italiani, ha una precisa collocazione: dopo pranzo, nel momento in cui si finisce di mangiare e ci si rilassa quel tanto che basta per riprendere le attività pomeridiane. E’ una costante e anche i personaggi lo sono: lo era Ridge, che ha detto basta per questioni economiche ma forse anche un po’ per sfuggire alla routine di un ruolo che era sempre uguale, e pare che dirà addio anche Hunter Tylo (Tylor) ma forse solo per un po’.

Chi ci ha lasciato definitivamente è invece Stephanie, il personaggio interpretato da Susan Flannery per oltre venticinque anni, una delle attrici sempre presenti sul set sin dalle prime sfilate della Forrester e delle prime liti con Brooke. Ieri è andata in onda in Italia (in Usa già da un po’ e comunque l’addio era stato annunciato in largo anticipo) la puntata della sua morte e il destino ha voluto che Stephanie morisse proprio tra le braccia della sua amica-nemica Brooke.

Una scelta, quella dell’abbandono di tre degli attori principali, che probabilmente non gioverà alla riuscita delle prossime puntate, già vittime di un tracollo degli ascolti.

Il tempo dirà se l’arrivo di nuovi personaggi potrà dare linfa vitale a Beautiful, che da più di venticinque anni ci delizia con le sue avventure, o se è arrivato il momento di mettere la parola fine.