Il cinecomic più atteso (o uno dei più attesi) dell’anno arriva oggi in tutte le sale italiane: Batman v Superman: Dawn of Justice. Lo abbiamo visto in anteprima ieri sera e non riveleremo nulla sulla trama, d’altra parte lo stesso regista Zack Snyder, in un messaggio proiettatto in sala prima della proiezione, si è raccomandato con tutti gli spettatori di non spoilerare la trama e i colpi di scena contenuti nella pellicola. Parleremo allora di altro, cioè delle prove attoriali del (ricchissimo) cast. Possiamo dire subito una cosa: i dubbi (nostri e di tanta stampa italiana ed estera) su Ben Affleck come Batman sono scomparsi.

Dopo l’eccellente interpretazione di Christian Bale era un’impresa ardua dare corpo ad un personaggio tanto amato dal pubblico, ma Ben Affleck ci è riuscito. Il suo Batman è muscolare e allo stesso tempo profondo, un eroe cupo e tormentato dagli incubi che lo tormentano dopo tanti anni di lotta al male. Una prova d’attore che convince, come anche le altre interpretazioni degli attori che compongono il ricchissimo cast. Henry Cavill in primis, sempre ottimo nella messa in scena dell’uomo d’acciaio, qui ancora più efficace nel rendere la psicologia di Superman e il suo collocarsi a metà strada tra un dio e un uomo normale.

Ottima anche la prova di Jesse Eisenberg, chiamato a dare corpo a Lex Luthor junior. Nonostante le reazioni ai trailer non fossero state positive nei confronti di Eisenberg, la recitazione nervosa e veloce dell’attore, reso famoso da The Social Network, è godibile e si distacca da molti stereotipi dei villain. Sembra quasi un Joker meno psicotico e più cerebrale che nonostante l’aspetto da bravo ragazzo inquieta per la sua crudeltà.

A completare il cast c’è una bravissima Amy Adams nei panni di Lois Lane, la giornalista amata da Superman, la bellissima Gal Gadot, nei panni di Wonder Woman, Laurence Fishburne, nei panni di Perry White, Holly Hunter, nel ruolo della senatrice Finch e Jeremy Irons nelle insolite vesti di Alfred, il maggiordomo tuttofare di Bruce Wayne.

Al di là della bravura degli attori possiamo dire che sceneggiatura, dialoghi e plot non deluderanno i fan del genere e chi è addentro all’universo DC Comics, ma potrebbero risultare meno godibili per chi voglia andare a vedere un film di supereroi senza troppo impegno.