Spinte probabilmente dalla pubblicazione online di una versione pirata alquanto malferma, Warner Bros e Dc Comics hanno deciso di anticipare l’uscita del teaser trailer del loro titolo di punta, Batman v Superman: Dawn of Justice.

Era stato lo stesso regista Zack Snyder a far salire le aspettative per il filmato, pubblicando un brevissimo teaser sul proprio profilo Twitter.
Ora, con un po’ di comprensibile fretta, le due case di produzione hanno bruciato le tappe, regalando ai fan molto materiale per speculazioni e ipotesi, in attesa dell’uscita statunitense del film, prevista per il 25 marzo del 2016.

Come già noto la trama di base di Batman v Superman: Dawn of Justice è liberamente tratta dal celebre fumetto Il ritorno del Cavaliere Oscuro di Frank Miller, e mette direttamente a confronto i supereroi più amati dell’universo DC.

Dalle prime immagini del teaser trailer, cui si aggiungono diverse voci (tra cui quella di Lex Luthor – Jesse Eisenberg) che commentano le conseguenze degli eventi avvenuti in L’uomo d’acciaio, si comprende come il personaggio di Superman abbia completamente sconvolto ogni scenario politico.

C’è chi lo adora come se fosse un nuovo Messia, destinato ad aiutare e salvare gli abitanti della Terra e chi invece lo considera un alieno dai poteri incommensurabili, facile preda di una corruzione direttamente proporzionale alle sua potenza.

Il teaser ci mostra Kal-El – Clark Kent (Henry Cavill) in mezzo alla folla adorante, tra alcuni soldati in ginocchio e sospeso nel cielo. Una statua che celebra la battaglia di Metropolis viene inquadrata con insistenza, solo per poi scoprire che sul petto vi è stata dipinta la scritta “falso dio”.

È a questo punto che entra in campo Bruce Wayne – Batman (Ben Affleck), il quale prima contempla la sua vecchia tuta, chiedendosi se sia il caso di tornare a indossarla, e poi passa all’azione, prima su un jet avveniristico e poi a bordo della nuova Bat-mobile.

Infine l’incontro tra i due eroi, con un Batman che indossa una massiccia armatura dalle sembianze robotiche (proprio come nel fumetto di Miller) e che sfida Superman, chiedendogli se è in grado di sanguinare e promettendogli che lo scoprirà presto: ancora ignoto il motivo dello scontro tra i due, ma non è improbabile che vi sia lo zampino di Lex Luthor.

Nel cast del film anche Gal Gadot nei panni di Wonder Woman, Jason Momoa in quelli di Aquaman, Jeremy Irons quale il maggiordomo Alfred, Amy Adams come Lois Lane, Diane Lane nelle vesti di Martha Kent e Ray Fisher come Cyborg.