Quando venne per la prima volta annunciato il progetto che sarebbe divenuto Batman v Superman Dawn of Justice la reazione del web fu di assoluto entusiasmo. Una partecipazione che però calò velocemente quando la Warner Bros decise che nei panni del Cavaliere Oscuro, al posto del dimissionario Christian Bale, ci sarebbe stato Ben Affleck.

L’attore suscitò molte perplessità e malumori nel pubblico, ma oggi, guardando al passato, possiamo dire che quella negatività generale non era affatto giustificata: dai trailer finora resi pubblici del film crossover diretto da Zack Snyder si può ben affermare che Affleck è il Batman perfetto per quel ruolo decadente e nichilista che deve giocare nella storia.

E in effetti è stata proprio questa sfumatura di disperazione ad aver convinto Ben Affleck ad accettare il ruolo. In una recente intervista l’interprete ha dichiarato che il personaggio “si trova allo stremo, sia fisicamente che psicologicamente, un uomo che è stato malmenato dal mondo, un tizio che è poco più che un picchiatore, con più capelli grigi in testa e che si domanda se il suo intero percorso come Batman sia servito a qualcosa in un mondo in cui è apparso il primo supereroe”.

Vista la notevole dedizione dell’attore non è allora così peregrino iniziare a farsi qualche domanda sul film solista dedicato a Batman, ancora avvolto nel mistero ma che oramai è entrato in cantiere insieme alla prossima pellicola dedicata alla Justice League.

Secondo Affeck, che potrebbe persino dirigere il film (ma che per ora si concentra sul suo Live by Night), il progetto potrebbe essere focalizzato sull’oscuro passato del personaggio, ovvero su ciò che ha preceduto l’incontro con Superman. “È amareggiato dalla perdita di colui che combatteva al suo fianco. La morte di quel personaggio dev’essere stata devastante, e ha sofferto tantissimo. È una sensazione che si avverte anche prima che il film inizi”.

L’ovvio riferimento è alla morte di Robin, la cui tuta coperta da una scritta firmata dal Joker si intravvede nel trailer di Batman v Superman: gli eventi che hanno portato alla tragedia – entrata a far parte del canone con la storia Una morte in famiglia, in cui il folle criminale uccideva il secondo Robin Jason Todd – potrebbe dunque fare da scheletro alla pellicola.