Sony Pictures e Mattel sembrano credere fermamente nel loro adattamento live action del celeberrimo franchise di giocattoli di Barbie, tanto da avere ingaggiato Diablo Cody come sceneggiatrice del film.

L’autrice dello script di Juno, Jennifer’s Body e Young Adults è entrata a far parte della produzione per riscrivere la seconda bozza della sceneggiatura, dopo la prima era stata scritta da Jenny Bricks.

Si tratta di una mossa molto audace da parte della Sony, che lascia pensare che quella che dovrebbe essere una commedia sulla bambola Barbie, dedicata a un pubblico giovanile, possa avere molteplici livelli di lettura.

Diablo Cody, un passato da stripper e blogger di successo, è balzata agli onori della cronaca proprio grazie a Juno, la pluripremiata commedia di Jason Reitman che approcciava un tema molto delicato come quello della gravidanza adolescenziale con una sensibilità femminista molto spiccata, per non parlare di un senso dell’umorismo al passo coi tempi.

Lo stesso era accaduto con Jennifer’s Body, l’horror di Karyn Kusama con Megan Fox, che dopo un’accoglienza non troppo benevola è poi diventato un piccolo cult femminista.

La Mattel ha sempre descritto la linea di bambole Barbie come un modello per le bambine di tutto il mondo, ma nel tempo è stata duramente contestata per aver imposto un’immagine stereotipica e retrograda della donna. La scelta della Cody alla sceneggiatura potrebbe ribaltare questo stato di cose, donando un sottotesto ironico e decostruzionista al film, girato dal vivo.

È quanto afferma anche il produttore Walter Parkes: “L’anticonvenzionalità di Cody è quello di cui Barbie ha bisogno… Segnala che stiamo procedendo verso un tono legittimamente contemporaneo. L’abbiamo scelta perché ha delle grandi idee, ma sopratutto perché ama davvero Barbie”.

La mossa sembra rispecchiare quanto fatto da Phil Lord e Chris Miller per The Lego Movie, un film che prendeva spunto da un famoso marchio di giocattoli per ideare una storia che parlava sia ai bambini che agli adulti, dal piglio giocoso ma dal sottotesto profondo.

Il film si trova ancora nelle fasi produttive preliminari, per cui sono ancora ignoti i dettagli sul casting. Sarà però molto interessante scoprire quale attrice verrà scelta per impersonare un prototipo di donna tanto famosa quanto criticata per le sue misure poco realistiche.