Ieri sera Barbara d’Urso non si è sottratta alle sue responsabilità. Anzi, è andata oltre. Ha dato una lezione di vita non solo ai concorrenti del “Grande Fratello” ma anche agli italiani in ascolto, a tutti coloro che in qualche modo giustificavano la violenza perpetrata da Baye Dame (poi squalificato) nei confronti di Aida. Barbara d’Urso è stata durissima, senza peli sulla lingua. Si è “incazzata”, ha alzato la voce quando necessario e ha più volte sgridato i concorrenti del reality show di Canale 5 che, almeno all’inizio, non avevano capito bene la lezione.

Il comportamento di Barbara d’Urso “stona” con quello più soft di Alessia Marcuzzi a “L’Isola dei Famosi” (per il canna-gate). Una d’Urso decisa, autorevole, determinata e pronta ad assumersi ogni responsabilità. Baye, infatti, come ricorderete, con la complicità di quasi tutti i concorrenti, ha bullizzato Aida per un (banale) tiramisù.

Una provocazione, un litigio non giustifica mai una violenza. Soprattutto se quella violenza viene perpetrata nei confronti di una donna e per di più con l’appoggio del “branco”, di un gruppo di ragazzi e ragazze che sono stati lì a guardare senza intervenire. Questo il messaggio fatto passare dalla d’Urso che, piaccia o non piaccia, ha dimostrato come essere una conduttrice autorevole.