Iago Garcia, l’attore della soap Il Segreto, insieme alla sua maestra Samanta Togni vince Ballando con le Stelle 2016. Un ottimo risultato per l’attore spagnolo che riesce a portare nel gradino più alto del podio anche la Togni che per molti edizioni è stata un’eterna seconda. La finale condotta come sempre da Milly Carlucci con Paolo Belli ha unito la gara ritmata e accattivante con alcuni siparietti simpatici che rimarranno negli annali del trash televisivo.

Arriva dalla soap Il Segreto, che sta colonizzando di concorrenti qualsiasi reality o talent della generalista italiana, il successore di Giusy Versace che lo scorso anno vinse il titolo di campione della sala da ballo più famosa della televisione. Secondo posto per i ripescasti Michele Morrone  e Ekaterina Vaganova che hanno giocato la finale con un tango e un paso doble. Terzo posto ex aequo per Rita Pavone  con Simone di Pasquale e Luca Sguazzini con Vera Kinnuen.

Menzione speciale va a Rita Pavone che ha dimostrato bravura ed può esser considerata la vincitrice morale dell’undicesima edizione di Ballando con le stelle. Altro nome che nel corso delle settimane ha fatto parlare di sé è quello di Platinette che eliminata dice: “Siete riusciti a far ballare una quercia vecchia, nulla va dato per scontato. Grazie per avermi infilato in questo cast, a te, Milly, non ti si può dire di no perché sei un generale. Grazie, non avete avuto pregiudizi né preconcetti”.

Divertente il siparietto di Valerio Scanu che torna a Ballando con le stelle, andando a scontrarsi direttamente con Amici e Maria De Filippi, interpretando Camillo Carlucci insieme a Manuela Aureli e a Milly ha formato il trio delle sorelle Carlucci. Altro siparietto da ricordare è il ballo del trio Carlucci con Sandro Mayer facendo ironizzare i social per la possibile caduta del presunto parrucchino.

Altro elemento forte dell’edizione è stata la giuria che con l’innesto di Selvaggia Lucarelli ha visto aumentato il livello di polemica ma, purtroppo, tolto molti minuti di danza in cambio di chiacchiere.  La finale è stata seguita anche nei social dove il programma ha raggiunto i TT e in termini di ascolto ha pareggiato la concorrenza di Canale 5 con Amici.