Sarà Claudio Baglioni a condurre e dirigere il prossimo Festival di Sanremo, dopo il grande successo della precedente edizione. In esclusiva a “Tv Sorrisi e Canzoni”, ha raccontato:

Avevo detto che mi sarebbe piaciuto raddoppiarlo, Ecco, ora succederà. I giovani avranno a disposizione un’intera settimana televisiva. Non sarà un talent che si aggiunge a quelli che già ci sono in tv.

Queste le modifiche sostanziali alla kermesse musicale di Rai 1:

I giovani avranno a disposizione un’intera settimana televisiva: due prime serate di Rai1 a dicembre, più quattro puntate di avvicinamento nel preserale, sempre su Rai1. Io per primo lavorerò duro perché questa parte abbia la stessa caratura e la stessa rilevanza del Sanremo di febbraio, al quale approderanno i vincitori delle due serate di dicembre. Credo che la concomitanza con la gara dei Big finisca sempre per togliere luce ai giovani.

E ancora:

Però Sanremo giovani non sarà un talent che si aggiunge a quelli che già ci sono in tv. Non speriamo di pescare un talento tra migliaia di ragazzi che tentano la sorte: selezioneremo talenti veri tra veri talenti. Tutti giovani sì, ma tutti bravi. Non ci saranno cover da eseguire né sfide a eliminazione. Sarà un vero contest: un concorso, riservato a chi ha già una sua identità artistica e un minimo di esperienza discografica.