Terribile gaffe per “mamma” Rai” che ha censurato una scena gay dalla prima stagione di “How to Get Away with Murder” (“Le regole del delitto perfetto”, questo il titolo tradotto in italiano), mandato in onda venerdì sera su Rai 2. Ma cosa è successo? Come mai la Rai ha deciso di tagliare quella scena? Una censura o un errore tecnico? Come è possibile che, in Italia, dove da poco è stata approvata la legge sulle unioni civili, fortemente voluta dal governo Renzi, si continuino a nascondere scene gay che di certo non urtano la sensibilità dei telespettatori?

Forse nessuno poteva mai immaginarsi che, per un taglio, scoppiasse una polemica in tutto il mondo. La Rai, infatti, ha pensato bene di tagliare il bacio tra due uomini, una semplice scena gay sparita dal telefilm in onda, per la prima volta, sulla tv italiana. Una figuraccia per “mamma” Rai che arriva persino oltreoceano: a dirlo è l’attore americano Jack Falahee, protagonista della serie e del bacio incriminato. L’attore scrive: “Dannazione, che follia!”, condividendo lo status con oltre 300 mila followers su Twitter. E la figuraccia è servita.

La Rai manderà in onda la scena incriminata

A non saperne nulla neppure Ilaria Dallatana, la nuova direttrice di rete: questo emerge dalle prime indiscrezioni. A tagliare la scena forse una funzionaria della tv di stato che, pare, non avesse avvertito nemmeno i vertici dell’azienda. “Non c’è stata nessuna censura, semplicemente un eccesso di pudore dovuto alla sensibilità individuale di chi si occupa di confezionare l’edizione delle serie per il prime time. Capisco l’irritazione, ma mi preme far notare che – dopo anni e anni di serie esclusivamente poliziesche – Rai2 ha cominciato a proporre titoli di diverso contenuto, quali “Le regole del delitto perfetto” e “Jane the Virgin”, che tratta di maternità surrogata. Anche queste polemiche ci aiutano a prendere le giuste misure per il futuro. Come dimostrano anche le scelte fatte per i nuovi palinsesti, Rai2 sarà sempre più sensibile alla complessità del mondo contemporaneo” spiega la direttrice di rete.

Rai 2 ha già promesso che riproporrà il telefilm nella sua versione originale, senza censure, tagli ed eccessi di pudore. E soprattutto con la scena gay che i telespettatori italiani non hanno potuto vedere venerdì sera su Rai 2. Una polemica che serve a far capire ai dirigenti della tv pubblica (e ai funzionari Rai) che gli spettatori sono diventati – per fortuna – attenti e critici.