La settimana scorsa, Leonardo.it è stato ospite sul set del film I Babysitter, prodotto da Colorado Film, in collaborazione con Medusa per la regia di Giovanni Bognetti (che è anche sceneggiatore).  Tra gli attori protagonisti della commedia, che uscirà nelle sale il prossimo autunno, ci sono Francesco Mandelli, Paolo Ruffini, Andrea Pisani, Simona Tabasco, Davide Pinter, Luca Peracino, Alberto Farina, Diego Abatantuono, Antonio Catania, Francesco Facchinetti, Francesca Cavallin.

L’occasione è stata ghiotta per seguire da vicino il ciak di alcune scene girate in un campo di calcio nella periferia romana e per incontrare gli attori protagonisti. Tra questi, Francesca Cavallin e Francesco Mandelli (prima che scoppiasse il noto caso degli Mtv Awards) che ci hanno raccontato i rispettivi ruoli ne “I Babysitter”.

“Io sono un avvocato che lavora in uno studio di avvocati -racconta Mandelli- il capo di questo studio mi incastra per fare il babysitter del figlio. La mamma (Francesca Cavallin) è convinta che io sia un professionista ma attraverso un video, scoprirà che non è così”. Quanto c’è di Francesco Mandelli nel protagonista del film? “C’è di me l’atteggiamento un po’sfigato, è uno che gli succedono un sacco di cose, suo malgrado, e in un attimo la situazione gli sfugge di mano e degenera. Diciamo che la mia vita ce l’ho un po’ più sotto controllo, grazie a Dio, però si c’è molto di mio”.

“Il mio personaggio è una mamma preoccupata per il figlio -racconta Francesca Cavallin – ha un marito (interpretato da Diego Abatantuono ndr) che lei ama anche se un po’ particolare che però non guarda molto suo figlio e lei è molto dispiaciuta per questo. Non c’è molto di mio però mi sono divertita tantissimo ad interpretare questo personaggio”.

Nel resto dell’intervista -che potrete vedere nel video qui di seguito- abbiamo anche chiesto a Mandelli che fine ha fatto il suo storico “socio” Fabrizio Biggio con il quale ha interpretato “I soliti idioti” (e partecipato a Sanremo 2015) e se prima o poi li rivedremo nuovamente insieme sulle scene televisive e/o cinematografiche.