B.B. King, colui che era stato incoronato il Re del Blues, è morto lo scorso 14 maggio, e purtroppo sulla sua morte aleggiano ancora illazioni, mentre si sta scatenando una lotta per l’eredità del musicista.

Le due figlie di B.B. King, Patty King e Karen Williams hanno infatti accusato la manager dell’artista, LaVerne Toney, e il suo assistente, Myron Johnson, di avere non solo impedito ai parenti di essere presenti al capezzale del chitarrista morente, ma di aver addirittura velocizzato la sua morte avvelenandolo.

King e Williams, due tra le 15 figlie nate da varie relazioni di King con donne differenti, hanno prodotto due dichiarazioni separate ma del tutto identiche nella quale vengono esplicitate le accuse. “Penso che mio padre sia stato avvelenato e che gli siano state somministrate delle sostanze nocive. Credo che sia stato assassinato”, queste le parole delle due.

A quanto pare una settimana prima della morte di B.B. King un giudice di Las Vegas si era pronunciato contro l’affidamento della potestà alla Williams, e già il 29 aprile la manager era stata accusata di aver sottratto ingenti somme di denaro dal canto del bluesman, nonché di aver messo vari membri della propria famiglia sulla sua lista paga. Entrambe le accuse si erano poi rivelate prive di fondamento e non hanno portato ad alcuna incriminazione nei confronti della Toney, che nel frattempo è stata nominata esecutrice testamentaria di un patrimonio che ammonta a diverse decine di milioni di dollari.

La più recente insinuazione è stata giudicata ridicola da parte della Toney e la polizia ha affermato che al momento non ci sono indagini in corso riguardo a un’ipotesi di omicidio. Tre dottori hanno poi affermato che a King sono state fornite tutte le cure possibili, inclusive di un monitoraggio in tempo reale delle sue condizioni di salute.

Anche il coroner ha affermato che l’autopsia preliminare effettuata non ha riscontrato risultati che possano suffragare le accuse, ma si dovranno aspettare circa 8 settimane per avere gli esiti definitivi degli esami.