L’attore hollywoodiano Antonio Banderas da qualche anno è tornato alle origini.

E’ tornato in Spagna,  non per recitare in qualche film, bensì per iniziare la sua attività di viticultore. L’attore ha scelto infatti di dar luogo a questa nobile produzione, considerata da lui stesso come “una forma d’arte”.

Banderas non è l’unico personaggio del cinema internazionale a considerare l’enogastronomia qualcosa di molto simile alla celluloide o, perlomeno, come dichiarato da Gérard Depardieu, da interpretare come un’ alchimia «misteriosa come quella del cinema».

Evidentemente la vita stressante legata ai ritmi lavorativi del settore cinematografico deve aver stancato entrambi, visto che Banderas ha creato l’etichetta “Bodega Anta Banderas” dichiarando:

« volevo una cantina cui appassionarmi. Mi piace guardare l’uva che cresce e matura. È un piacere che viene dal cuore»

Con l’identico spirito, perciò, di un Depardieu, che l’ha preceduto di qualche anno coltivando l’uva da vino sui fertili terreni della sua tenuta francese situata nella regione della Loira.

La stessa passione la condivide anche Mick Hucknall, leader della band Simply Red, che ha fondato una azienda registrata con il nome “Il Cantante”, e che, nelle campagne siciliane nei dintorni della località di Pachino, coltiva una vigna che ha già trentacinque anni e da cui produce uno straordinario Nero d’Avola.