Il 26 ottobre ha esordito, sulla CBS, l’attesissima serie tvSupergirl” che si è già guadagnata le copertina delle riviste più illustri, da “Tv Guide” a “Variety”. Creata da Greg Berlanti (già “papà” di Arrow e The Flash), si ispira al personaggio creato da Otto Binder e Al Plastino comparso per la prima volta nei fumetti DC nel 1972.

Supergirl non è altri che Kara Zol-El, cugina di Kal-El (alias Superman), mandata sulla Terra con il compito di proteggerlo (essendo lei più grande), ma rimasta bloccata in una zona grigia dell’universo dove il tempo non scorre. Così la ragazzina arriva sulla Terra dopo anni, ancora tredicenne e si ritrova il cugino ormai adulto e diventato un eroe. Adottata da una famiglia di scienziati, cresce come un’adolescente qualunque e finisce per lavorare come tuttofare in una casa editrice.

Un giorno l’aereo su cui Alex, sua sorella acquisita, sta volando rischia di cadere e lei la salva usando dopo anni i suoi poteri. Da quel momento la sua vita cambia e Kara decide di seguire le orme del cugino, proteggendo la sua città, National City, da un pericolo imminente che arriva dallo Spazio.

Per vestire i panni di Kara-Supergirl è stata scelta Melissa Benoist, volto già noto al pubblico grazie al ruolo di Marley Rose in Glee. Nel cast troviamo altri attori del mondo seriale: Calista Flockhart (Ally McBeal e Brothers&Sisters), Chyler Leigh (Grey’s Anatomy) e Mehcad Brooks (Desperate Housewives).

Nel nostro paese Supergirl sarà trasmessa da Italia 1, rete che è già considerata la “casa” dei super-eroi. “Parliamo di fiabe che hanno sempre trovato spazio su Italia 1: abbiamo iniziato anni fa con ‘Smallville’ e continuato con ‘Arrow’, ‘Flash’ e ‘Gotham’. Sono storie epiche che prendono il cuore di grandi e piccini, grazie a un mix di adrenalina e spettacolarità” – racconta Laura Casarotto, direttore di Italia 1. “La più grande soddisfazione è poi vedere gli ascolti che riusciamo a raggiungere, nonostante ormai le serie si possano fruire in ogni momento e ovunque: vi dico solo che un giorno abbiamo registrato persino tre milioni”. E continua: “Presto anche i nostri telespettatori avranno modo di fare la conoscenza di Kara e non potranno fare a meno di affezionarsi a lei, perché è una ragazza moderna, frizzante e molto pragmatica. Rientra nella mitologia delle ragazze e questo dà possibilità narrative infinite”.

Al momento non sappiamo ancora il giorno esatto della messa in onda italiana di Supergirl, ma pare che sarà solo la prima di una serie di sorprese “eroiche” targate Italia 1: nel 2016 arriveranno infatti, Blindspot (in primavera) e Legends of Tomorrow (in autunno).