Paura per Laura Biagiotti: ieri sera intorno alle 19.30 la stilista è stata colpita da un arresto cardiaco mentre si trovava nella sua residenza a Guidonia. La donna 73enne è stata immediatamente soccorsa e trasportata all’ospedale Sant’Andrea di Roma, quello più vicino alla sua abitazione.

In un primo momento la stilista è stata rianimata al pronto soccorso, per poi essere ricoverata in terapia intensiva in prognosi riservata. Fino a poco fa sulle sue condizioni c’era il più stretto riserbo e, solo adesso, è stato reso noto il bollettino dell’ospedale. Le sue condizioni sono gravissime tanto che sono state avviate le procedure per l’accertamento della condizione di morte cerebrale, così come si legge in una nota della direzione aziendale dell’ospedale:

“Ieri sera alle 21.30 la signora Laura Biagiotti è stata ricoverata presso il nostro ospedale a seguito di un arresto cardiaco verificatosi al domicilio. Le manovre rianimatorie, avviate a quanto riferito già prima che la paziente giungesse in ospedale e poi ripetutamente effettuate presso il nostro pronto soccorso, hanno consentito la ripresa dell’attività cardiaca, ma il quadro clinico e gli accertamenti effettuati attestano un grave danno cerebrale di tipo anossico. La signora Biagiotti è ricoverata in terapia intensiva in condizioni gravissime e stanno per essere avviate le procedure per l’accertamento strumentale della condizione di morte cerebrale“.

Ricordiamo che Laura Biagiotti, insieme a Krizia, è stata una delle pochissime stiliste donne ad esportare il marchio italiano sui mercati di tutto il mondo tanto che nel 1988 riuscì a portare per la prima volta una griffe italiana a Pechino, in Cina, e fu sempre lei nel 1995 a lavorare al Grande Teatro del Cremlino a Mosca, nella vecchia sede del Pcus. Dal 1980 la stilista romana vive nella campagna romana di Guidonia, nel castello dell’XI secolo “Marco Simone”: il marito Gianni Cigna è scomparso nell’agosto 1996 e, dalla loro unione, è nata Lavinia che nel 2005 è divenuta vice presidente dell’azienda di famiglia. Dopo il malore della Biagiotti, la figlia che si trovava a Londra è tornata immediatamente a Roma per supportare la madre.