L’ex governatore della California ritorna alle origini: Arnold Schwarzenegger è di nuovo sul grande schermo con The Last Stand – L’ultima sfida, film diretto dal sud-coreano Kim Ji-Woon.

Arnold Schwarzenegger interpreta Ray Owens, un ex poliziotto di Los Angeles ritiratosi dalla metropoli per diventare sceriffo della tranquilla cittadina Summerton Junton, vicino il confine messicano. Tutto va bene fino a quando il leader di un cartello della droga esce sparando dal tribunale in cui è sotto processo, ruba una macchina e fugge a tutta velocità verso il confine messicano; sarà compito dello sceriffo Ray Owens e dei suoi aiutanti inesperti dovranno impedire al fuggitivo di attraversare il confine.

Presentato la scorsa domenica a Roma alla presenza del protagonista accompagnato dai due comprimari Johnny Knoxville e Jaimie Alexander, il film desta non poche chiacchiere a causa del trascorso politico di Schwarzenegger e dell’attuale questione sulle armi libere che l’attore commenta così: “Bisogna separare ciò che è intrattenimento da ciò che è realtà; nello stesso tempo, quando accade una tragedia, la società deve sempre accettare la sfida e chiedersi se c’è qualcosa che si può fare per ridurre al minimo questi incidenti e soprattutto la perdita di vite umane. Sia nel campo dell’intrattenimento, sia attraverso le leggi, sia nel modo di trattare con la malattia mentale, o nei campi dell’educazione e della sicurezza, dobbiamo affrontare queste questioni in maniera seria; dobbiamo fare del nostro meglio, anche perché queste tragedie in realtà accadono in tutto il mondo, lo dobbiamo soprattutto ai genitori delle vittime.

Questo il primo trailer ufficiale in versione italiana del film