Diceva che non l’avrebbe più fatto e invece ecco Arisa nuovamente giudice di X Factor. La cantante, dopo quattro anni di assenza, ha deciso di tornare sui suoi passi e quindi dietro il bancone del talent più amato della tv, a caccia di nuovi talenti.
In attesa della partenza della 10a edizione, prevista per il 15 settembre (in prima serata su Sky Uno HD, con replica il venerdì su TV8), abbiamo intervistato Arisa per farci raccontare qualcosa in più

Il motivo che ti ha spinto a tornare a X Factor?

Mi ero resa conto che era rimasto qualcosa di incompiuto, anche perché non sono mai riuscita a portare una mia squadra alla vittoria. Manuel (Agnelli) dice che sono attratta dai freak ed è vero, perché io trovo che in realtà ad avere l’X Factor sono loro: d’altra parte io amo l’imperfezione, chi ci mette l’anima e se ci pensate bene anche uno come Vasco Rossi può essere considerato freak! Comunque la vivo come una sorta di missione.

Com’è il rapporto con i tuoi compagni di viaggio, ovvero Fedez, Manuel Agnelli e Alvaro Soler?

Loro sono forse più professionali di me, perché non fanno altro che parlare di lavoro e a volte mi sento fuori luogo. Poi il fatto di essere l’unica femmina non è un vantaggio, bensì il contrario: a differenza di quanto si possa pensare, io vado più d’accordo con le donne, con cui riesco a costruire rapporti profondi, anche se magari finisco per litigarci. Io gli uomini non li ho mai capiti e oggi ancora peggio, dato che si aspettano una certa riverenza. Però prometto che cercherò di essere politicamente corretta, anche se non è facile considerando come sono fatta io!

C’è chi parla di alcuni screzi tra te e Fedez, ci confermi?
No, in realtà non ho un rapporto negativo con lui, però diciamo che io di solito con i bambini ci gioco e invece stavolta mi ritrovo a lavorarci.

Ogni tanto dici che vorresti prenderti una pausa dalle scene per dedicarti ad altro, magari ad una famiglia tutta tua…

Io ho scelto da sempre la libertà e questo significa condurre una vita normale pur facendo questo lavoro. Quindi se dovessi diventare mamma starei a casa per un po’ e poi magari porterei mio figlio con me tra un impegno e l’altro. Comunque per ora non c’è nessuna cicogna in arrivo: la pancia che vedete è solo colite!