Dall’alto della sua trionfale carriera e dei suoi 71 anni Aretha Franklin continua a fare emozionare con il suo soul e la sua voce unica.

Durante il concerto tributo a Carole King in occasione del Kennedy Center Honors 2015, la regina del soul questa volta è riuscita a far commuovere anche il Presidente degli Stati Uniti Barack Obama.

Salita sul palco, Aretha ha intonato le note di una delle sue più celebri canzoni, scritte dalla stessa Carole King insieme a Gerry Groffin nel 1967, (You Make Me Feel) A Natural Woman, conferendole ovviamente tutta la sua emozione che solo una delle voci più belle del panorama musicale dell’ultimo secolo sa dare.

A inizio esibizione, proprio sulle prime note, si vede infatti il Presidente degli Stati Uniti, in compagnia della First Lady Michelle Obama, mentre si asciuga gli occhi in quella che sembrerebbe essere una reazione di commozione.

Non si è asciugata le lacrime ma è palesemente rimasta emozionata la stessa Carole King la quale, durante l’esibizione di Aretha – come in fin dei conti anche tutti i presenti, Viola Davis compresa – non è riuscita a trattenere il suo entusiasmo continuando a gesticolare.

L’età avanza ma la voce è sempre calda e graffiante, con un crescendo di intensità tra note basse e alte: vestita con un elegante abito dorato e avvolta da un pelliccione, Aretha ha iniziato dalle note basse per poi dare sfoggio delle sue immense doti vocali e addirittura togliersi l’imponente pelliccia buttandola per terra e ottenere la standing ovation del pubblico.

Non ce n’è per nessuno, la Regina del soul è sempre lei.