Il conduttore di Ballarò Massimo Giannini dopo qualche puntata di fermo ha ripreso il confronto tra politici ed esponenti del mondo dello spettacolo invitando nel talk politico di Rai 3 Antonello Venditti che subito si è scontrato con Matteo Salvini.

È successo nuovamente a Ballarò che un politico e un personaggio dello spettacolo si incontrassero e che non si risparmiassero qualche battuta al vetriolo come ha già fatto Alessandro Gassman che ha ricordato a Giorgia Meloni che “vi paghiamo noi lo stipendio” o il testa a testa tra Salvini e Baudo. Un meccanismo quello del confronto con il personaggio vip che televisivamente funziona benissimo e che forse è la novità degli ingessati talk politico-televisivi. Antonello Venditti ha trovato lo scontro con Matteo Salvini perché il cantautore romano si è dichiarato di sinistra:

Di sinistra sì, ma compagno è desueto. Se sono a favore dei diritti e anche dei matrimoni gay? Sì. Se sono per l’accoglienza? Sì. Vado sui contenuti più che sulle definizioni.

Salvini carico dopo il risultato elettorale della Lega ha commentato:

Venditti si dice di sinistra e non ha parlato di lavoro. L’emergenza non sono i matrimoni gay.

Ecco che si sono accesi gli animi e Venditti ha prontamente ribattuto: Nun t’allargà! Io faccio il mio mestiere, tu che lavoro fai? Siamo noi che ti diamo i soldi per esistere. Perchè c’è la democrazia. Ruspe in azione su cosa? Sugli esseri umani? Non sono un politico, non vivo di politica. Con me non attacca!

A questo punto Giannini placa gli animi dei suoi ospiti con garbo e la professionalità che lo contraddistingue ma a fine puntata i due continuano:

Venditti: “I temi che solleva Salvini sono i temi dell’Italia. Lui è molto concreto. Io pure sono curioso di sapere cosa farà il Pd sulla legge Fornero. Vorrei chiedere a Salvini se è cristiano. Noi siamo accoglienti come cristiani, la domanda è interessante”. 

Salvini: “Da divorziato vorrei essere più credente e praticante. Essere buono e cristiano non significa farsi prendere in giro. Chi scappa dalla guerra è un mio fratello. Chi viene per delinquere no. Nonostante tutto saluto Venditti che ha scritto dei capolavori”. 

Venditti: “Non posso dire lo stesso”.

Venditti contro Salvini a Ballarò (VIDEO)