Anne Hathaway racconta il suo rapporto con la fama e il successo in un’intervista rilasciata al mensile Elle UK per il numero di novembre, di cui conquista anche la copertina, con uno splendido scatto del fotograf0 Kai Z Feng. Un rapporto che all’inizio della sua carriera è stato piuttosto burrascoso, difficile da gestire ma che nei quasi quindici anni trascorsi dal suo esordio, ha avuto modo di capire e imparare ad affrontare con piena coscienza.

Anne è infatti diventata molto famosa dopo aver recitato in Pretty Princess di Garry Marshall (uscito nel 2001) e da allora la sua carriera non ha conosciuto mai una battuta d’arresto, tanto che oggi è una delle attrici di pagate e richieste di Hollywood e nel 2013 ha ricevuto anche una candidatura all’Oscar, per il suo ruolo nel film Les Miserables.

Ritrovarsi a gestire una vita sempre sotto i riflettori non è stato quindi sempre facile, soprattutto all’inizio e Anne è molto sincera nell’ammetterlo: “La fama mi ha davvero incasinato per molto tempo, creandomi solo stress. Non sapevo cosa farne, come rapportarmici. Tutti mi dicevano di essere solo me stessa ma era come se non sapessi più chi fossi“. E in effetti non deve essere facile per una ragazza che fino a pochi istanti prima aveva vissuto una vita pressoché “normale” essere proiettata in meccanismi pesanti da gestire anche sotto il punto di vista dello stress e della pressione psicologica.

Grazie all’esperienza e alla maturità come donna e come attrice, Anne ha però imparato a tenere sotto controllo la situazione: “Ho imparato a rilassarmi. Ho capito di non avere bisogno dell’approvazione di nessuno. Con tutto il dovuto rispetto,non mi serve piacere a tutti i costi. E questa è una grande liberazione“.

photo credit: Horustr4n via photopin cc