Un amore, una vendetta è il titolo della fiction televisiva che Anna Valle ha appena terminato di girare e che la vede impegnata nell’interpretazione di un personaggio femminile coraggioso che si trova a dover affrontare un passato sfaccettato e infelice che non vuole abbandonarla.

In occasione di un intervista rilasciata sull’argomento, l’ex miss Italia racconta di come il lavoro dell’attrice sia faticoso, soprattutto a causa dei ritmi di lavoro che non lasciano tregua neppure per fare un lungo respiro e calmare anima e corpo.

Già, perché l’attrice siciliana, nonostante il personale da dea e un volto fuori dal comune, è invece simile a molte donne meno ultraterrene e, se sottoposta a stati emozionali di agitazione, magari per empatia dell’ambiente circostante, è soggetta a somatizzare lo stress da cui poi deriva quel fastidioso mal di pancia, ostativo alla propria professione.

Quando infatti dovremmo essere più efficienti, l’affaticamento generale derivato da un attacco di colite, potrebbe rovinare ii nostri piani.

Come si fa a recitare nei panni di una donna che deve resistere a un dolente passato che ritorna, se si è in preda a forti fitte addominali, estenuanti per tutto l’organismo?

La conseguente inappetenza aggrava una condizione che può essere risarcita soltanto dal relax e dal riposo: Per fortuna che le riprese di un film, per ragioni produttive, non durano che qualche mese.