Sin dai primi giorni in cui Anna Tatangelo è apparsa come nuova testimonial della Lilt, per un campagna sulla prevenzione contro il tumore al seno, la sua presenza sui cartelloni dell’iniziativa non è affatto piaciuta ad alcune blogger, docenti e attiviste. Una delle prima persone a parlare di come l’immagine di Anna Tatangelo (nuda, con il seno coperto dalle proprie braccia, e a quanto pare ammiccante) stonasse e fosse in qualche modo fuori luogo, era stata Francesca Del Rosso, giornalista e blogger, autrice del libro Wondy: Ovvero come si diventa supereroi per guarire dal cancro (in cui racconta la propria esperienza di vita con il cancro al seno).

Anna Tatangelo aveva persino replicato alle “accuse” o meglio al pensiero della giornalista Del Rosso, scrivendo a lei stessa: “Non so dirti se in questa foto ho quel quid sensuale di cui parli. Io vedo solo una donna che presta il suo corpo a una campagna importante come questa e che forse (come speriamo), riuscirà ad arrivare più facilmente anche ad un pubblico femminile più giovane come il mio, banalmente destando anche solo un po’ di curiosità. Sono orgogliosa di essere stata scelta dalla LILT. Non lo faccio mai, ma per una volta vorrei chiedere di rallentare la velocità del giudizio limitandoci a mettere la giusta dose di cuore che una causa come questa richiede. Da parte mia, posso solo dirti che di cuore ne ho messo tantissimo“.

A distanza di qualche tempo sembra dunque che la polemica non si sia arrestata e anzi, proprio in questi giorni (ottobre è il mese della prevenzione contro il tumore al seno) è saltata di nuovo fuori tanto che sarebbe stata aperta persino inviata una lettera alla Ministra della Salute, Beatrice Lorenzin, per informarla della questione.

Da parte sua, la Lilt ha già preso posizione dichiarando che la campagna è stata pensata per arrivare alle giovani e alle giovanissime (e non è dunque rivolta alle donne già ammalate di tumore al seno). Il senologo Schittulli ha dichiarato: “Quella posa che ha offeso le firmatarie della lettera, sono sincero, è stata voluta perché è un’immagine positiva impegnata a mantenere il proprio stato di salute, di benessere. Non ho mai pensato a una posa da calendario. Quello è un abbraccio che protegge il seno. E ho pensato a una testimonial che possa parlare alle nostre figlie“.

https://twitter.com/TatangeloNews/status/643424461316837377