Arriverà il 17 novembre al cinema uno dei film più acclamati dello scorso Festival di Venezia, ovvero Animali notturni.

Il thriller romantico di Tom Ford, già celebrato autore del pluripremiato A Single Man, è stato infatti insignito del Leone d’argento, ovvero il Gran Premio della Giuria.

Protagonista della pellicola un cast d’eccezione composto da Jake Gyllenhaal, Amy Adams, Aaron Taylor-Jones, Armie Hammer e Michael Shannon.

Il regista ha definito la sua opera come “una parabola sul venire a patti con le scelte che facciamo nel corso della nostra vita e con le conseguenze che le nostre decisioni possono comportare. In una cultura sempre più fortemente usa e getta in cui tutto, anche i nostri rapporti, può essere facilmente buttato via, questa è una storia di lealtà, dedizione e amore. È una storia che parla dell’isolamento che tutti sentiamo e dell’importanza di valorizzare i legami personali che ci sostengono nella vita.”

La protagonista Susan Morrow vive una vita privilegiata ma poco appagante con il suo nuovo marito. Un giorno la donna riceve un inaspettato pacchetto che è stato lasciato nella sua cassetta delle lettere. È un romanzo, Animali Notturni, scritto dal suo ex marito Edward Sheffield, con cui non ha più contatti da anni. Edward esorta Susan a leggere il romanzo e a mettersi poi in contatto con lui quando lui verrà in visita in città.

A letto da sola, di notte, Susan comincia a leggere. Il romanzo è dedicato a lei, ma il suo contenuto è violento e devastante. Edward racconta la storia di Tony e la sua famiglia, che mentre viaggiano in macchina, di notte, lungo un isolato tratto di strada in Texas, vengono attaccati da un trio di ladri d’auto, spinti fuori strada e costretti a uno scontro provocato dal capo della gang, Ray Marcus

Tony è inerme mentre la sua famiglia viene rapita davanti ai suoi occhi e lui viene abbandonato a piedi in mezzo al nulla. Con l’arrivo del giorno, l’uomo riesce a raggiungere la polizia per chiedere aiuto e il caso viene preso in carico dal laconico Tenente Bobby Andes, che crea un forte legame con Tony, e si dedica anima e corpo alla ricerca dei sospettati. Lee più grandi paure di Tony diventano però realtà…

Susan non può fare a meno di ripensare ai momenti più intimi della sua storia d’amore con l’autore, e di vedere il libro sempre più chiaramente come una vendetta, una storia che la costringe a rivalutare le scelte che ha fatto e risveglia in lei un amore che temeva perduto – mentre la storia procede verso una resa dei conti che riguarderà sia l’eroe del romanzo che lei stessa.