Dopo l’ottimo risultato ottenuto da Unbroken Angelina Jolie potrebbe tornare nuovamente dietro la macchina da presa per occuparsi di un cinecomic, e nello specifico di un cinecomic al femminile, Capitan Marvel.

Per ora la notizia è solo un rumor, come fa intuire l’origine di questa voce nata a partire da un articolo dal sito di gossip Ok! Magazine.

Ma che nei piani della Marvel ci sia una maggiore presenza femminile è cosa indubbia, che risponde decisamente alle critiche recentemente avanzate da Joss Whedon (ovvero colui che tesse le fila di tutto l’universo cinematografico della Casa delle Idee).

Il regista dei due Avengers aveva infatti sottolineato come nel settore ci sia una certa misoginia sotterranea, ma in un certo senso le sue affermazioni erano state smentite e insieme confermate dall’annuncio dei film di Wonder Woman e Capitan Marvel (tardivi, se si pensa all’abbondanza di eroi maschili visti in precedenza).

Portare dunque Angelina Jolie in casa Marvel sarebbe un colpo da maestro per il produttore Kevin Faige, forse affascinato dall’indubbio talento mostrato dalla regista nella gestione delle sequenze più movimentate di Unbroken.

In questo senso il duello a distanza tra DC e Marvel segnerebbe un pareggio, dato che l’avvento di Angelina Jolie sarebbe il perfetto contrattacco al film di Wonder Woman diretto da Michelle MacLaren.

Meno noto al grande pubblico rispetto ad altri supereroi, Capitan Marvel è uno degli eroi più tragici della squadra della Casa delle Idee, che nella sua più recente incarnazione ha assunte le sembianze di Carole Danvers, personaggio nato alla fine degli anni ’70 come controparte femminile ma che negli anni 2000 ha raggiunto la piena dignità di figura a se stante.