Un grande onore. Erano solo queste le parole che poteva pronunciare Angelina Jolie, invitata in Vaticano, da Papa Francesco in persona, per la proiezione del suo film, Unbroken, il secondo in cui l’attrice ha dato prova delle sue capacità di regista. In realtà Bergoglio non ha potuto assistere alla visione del film ma ha voluto comunque incontrare l’attrice in un’udienza privata. Il Pontefice non ha potuto presenziare in sala, presso la Casina Pio IV, perché già impegnato nel ricevimento del cardinale di Parigi.

Angelina Jolie è arrivata a Roma in compagnia di Luke Zamperini, figlio di Louis, il reduce di guerra la cui storia è al centro della pellicola diretta dalla Jolie. Papa Francesco si è mostrato molto interessato all figura di quest’uomo la cui parabola inizia come atleta olimpico, passa attraverso la guerra e termina con l’abbraccio della fede, grazie al quale riesce a superare tutto lo stress post traumatico che solo un evento terribile come la guerra riesce a provocare.

Prima di raggiungere il Vaticano, Angelina Jolie ne ha approfittato per fare un giro nella Capitale, insieme al fratello e a due delle sue figlie, Shiloh e Zahara mentre subito dopo la proiezione in Vaticano l’attrice è subito ripartita per tornare a Los Angeles.

Tratto dal libro di Laura Hillendbrand, Unbroken sbarcherà nelle sale cinematografiche italiane il prossimo 29 gennaio. Il libro è stato invece pubblicato da Mondadori e in occasione dell’uscita del film tornerà nelle librerie in una versione arricchita.

(photo credit by: Infophoto)