La città di Sarajevo ha riconosciuto ad Angelina Jolie la cittadinanza onoraria.

Un grande riconoscimento che fa seguito al premio Cinema for Peace ricevuto all’ultima edizione del Festival del Cinema di Berlino per il film che ha segnato il suo esordio alla regia “Nella terra del sangue e del miele.

Ogni anno la città di Sarajevo conferisce questo onore a coloro che hanno manifestato interesse ed impegno nella lotta per la difesa e il sostegno alla città, per lunghi anni assediata e teatro di un sanguinoso scontro tra diverse etnie.

Il film “Nella terra del sangue e del miele” (“In the land of blood and honey”) di Angelina Jolie è la storia d’amore tra un soldato serbo bosniaco e una donna bosniaca di religione musulmana che verrà rinchiusa in un campo di prigionia. Il loro amore impossibile vive sullo sfondo di una città martoriata dalla guerra fratricida che ha colpito soprattutto i più deboli.

Un film che ha riscosso un grande successo a Sarajevo (alla prima del film hanno partecipato più di cinquemila persone) ma ha suscitato anche diverse critiche dalla popolazione serba che ha considerato il film come un ritratto poco veritiero della realtà e in cui i serbi sarebbe messi in cattiva luce.