Arrivati a un traguardo anagrafico importante come quello dei 40 anni è consuetudine gettare uno sguardo verso il passato: Angelina Jolie, per quanto ancora splendida nelle sue prime quattro decadi, farebbe però molta fatica a riconoscersi nella ragazzina problematica degli esordi.

La Jolie è figlia del famoso attore Jon Voight, con il quale ha avuto un rapporto piuttosto travagliato, tanto che questa, in seguito a un’affermazione pubblica del genitore la definì “mentalmente instabile”, decise di alterare giuridicamente il proprio cognome.

Non che Angelina abbia mai avuto bisogno di appoggiarsi all’autorità paterna per sfondare nel mondo dello spettacolo: appassionata di recitazione sin da piccola, è infatti entrata nella prestigiosa scuola di Lee Strasberg a soli undici anni, per poi passare al Beverly Hills College.

È a scuola tuttavia che emersero i primi disagi dell’attrice, presa in gira dai compagni per il fisico esile, l’apparecchio e gli occhiali. Iniziarono così le prime tendenze autolesioniste e il comportamento scapestrato, che assunse dimensioni preoccupanti nei primi anni di lavoro, prima come modella internazionale e attrice in vari videoclip musicali (persino per l’italiano Antonello Venditti) e poi con il debutto da adulta, lo sci-fi a bosso costo Cyborg 2, datato 1993.

Iniziò così la scalata al successo di Angelina Jolie, che si fece prima notare nell’assurdo film Hackers e poi in Gia – Una donna oltre ogni limite, pellicola sulla vita della modella Gia Carangi, con la quale all’epoca vi era più che qualche traccia di somiglianza. Si tratta degli anni dell’affermazione: tanti i film più noti al grande pubblico come Ragazze interrotte, Il collezionista di ossa, Fuori in 60 secondi, l’erotico Original Sin che la impose definitivamente come sex symbol e poi il blockbuster Lara Croft: Tomb Raider, nel quale divise la scena proprio con il padre.

Sul set cambogiano della pellicola la Jolie iniziò a manifestare il primo interesse nei confronti degli orfani di guerra e dei bambini in difficoltà, tanto che l’Alto Commisariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati la nominò Ambasciatrice di Buona Volontà, ruolo che l’attrice continua a esercitare anche oggi.

Qualche anno dopo sul set di Mr. e Mrs. Smith la Jolie conobbe l’attuale marito, Brad Pitt, al momento sposato con Jennifer Aniston, con il quale nacque un rapporto passionale. Sono tanti i ruoli del periodo degli anni ’2000, ma vale la pena ricordare il melodramma storico Changeling di Clint Eastwood, l’action movie Wanted e la pellicola d’animazione La leggenda di Beowulf.

La Jolie poi iniziò a interessarsi anche della regia e nel 2011 ha debuttato con Nella terra del sangue e del miele, cui l’anno scorso è seguito il più noto Unbroken. Al momento è in produzione il suo terzo film da cineasta, By the Sea, un melodramma che la vede protagonista insieme al marito Brad Pitt.

L’attrice è divenuta famosa anche per la sua movimenta vita famigliare: madre di ben sei figli, tre adottati e tre – di cui due gemelli – avuti dal marito, ultimamente si è sottoposta a un duplice intervento di rimozione del seno e delle ovaie allo scopo di prevenire l’insorgenza del cancro, tra le maggiori cause di decesso nella sua famiglia.