Dopo innumerevoli segnalazioni e proteste, nei giorni scorsi la pagina Facebook di Andrea Diprè era stata oscurata. All’avvocato non era andato di certo giù la decisione del social network, tanto che si era sfogato nella trasmissione radiofonica “I Radioattivi” accusando con toni pesanti tutti gli utenti web che lo avevano segnalato:

“Io come Cristo; anche lui fu ucciso da ignoranti. Aprirò un account con un altro nome. Sogno un social network libero. La storia è piena di gente simile. Ho fatto solo del bene a Sara. Se mi hanno chiuso Fb è colpa della la massa anonima che si è evoluta poco sotto la scimmia, un branco di animali che crea danni. I miei seguaci sono rimasti senza pagina per colpa di poche persone dall’esistenza bovina meschina che sono alla stregua di insetti: se si attaccano o li fai fuori o li subisci. […] Non mi meraviglio, certo, ma è sempre negativo assistere a questi episodi. Fb mi eroga il servizio e Fb deve decidere cosa fare ed il fatto che ci siano sfigati ai quali non vada bene quello che posto e che invidiano che io sia una persona che può permettersi certe cose è davvero incomprensibile. Probabilmente Fb ha temuto un effetto impopolarità ma il pubblico è gente stupida, repressa che, invece di migliorare, nella vita, se la prende con chi può”.

Come se avesse tenuto conto delle critiche di Diprè, Facebook ha mollato la presa e, dopo poco più di 24 ore, ha riaperto la sua pagina ufficiale. L’avvocato, ovviamente, non ha perso occasione per festeggiare l’evento, postando l’ennesimo video con la sua promessa sposa Sara Tommasi, annunciando ancora una volta le nozze imminenti:

“Il matrimonio con Sara Tommasi è rinviato perché abbiamo deciso di sposarci in chiesa. Ma è solo un gesto di disprezzo, per dire che il dipreismo arriva anche in chiesa“.

We win… enjoy DIPREISM! #saratommasi #andreadipre #dipre #diprè #dipreism

Posted by Andrea Diprè on Sabato 6 giugno 2015