Andrea Bocelli torna con un nuovo album, “Passione”, che uscirà il 29 gennaio in ben 75 Paesi. È un grande ritorno per l’artista italiano che più di ogni altro ha legato il nome ad una serie innumerevole di successi nazionali ed internazionali. Il tenore toscano raccoglie canzoni d’amore che vanno da “Love me tender” a “La vie en rose”, fino a “La ragazza di Ipanema”, cantate in italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese e persino napoletano: “Canto le prime canzoni che ho amato quando mi esibivo nei piano bar” rivela il fenomeno.  L’album, ricco di collaborazioni, contiene tutti brani intramontabili legati dal tema dell’amore.

“Ho iniziato a vendere i primi dischi 18 anni fa e mi sarei accontentato di un successino regionale… Questo disco è una collana di bellissimi ricordi. Sono grandi canzoni, arrangiate da un uomo da 16 Grammy”.

Il tenore si riferisce al produttore David Foster, artefice del duetto con Jennifer Lopez presente nel nuovo album: “La incontrai in Germania qualche anno fa in un studio televisivo. E’ un personaggio complesso e non pensavo che avrei mai duettato con lei. Ha grande fascino e un forte ascendente, soprattutto sui miei figli. Ho accolto l’idea di Foster a braccia aperte. Jennifer ha dato al pezzo un tocco femminile speciale”.

Tra le novità, anche un duetto con Nelly Furtado in due classici di Jobim, “Corcovado” e “Quiet nights of quiet stars”.

La vera sorpresa del disco è il duetto con Edith Piaf, la più grande interprete francese di tutti i tempi, sulle note di “La vie en rose”. Grazie all’intervento di Foster,  è stato possibile rendere musicalmente e acusticamente omogenea la voce di Bocelli con quella di una cantante scomparsa mezzo secolo fa.

E poi altre canzoni italiane come “Champagne” di Peppino Di Capri, ed “Era già tutto previsto” di Riccardo Cocciante: “Non ho resistito alla tentazione, voglio vedere come reagiranno negli Usa ascoltando brani che non hanno avuto la fortuna di trovare una forza promozionale adeguata per varcare i confini”.

L’album (etichetta Sugar) arriva a distanza di oltre tre anni da “My Christmas” che ebbe un grandissimo successo. Bocelli torna con un nuovo progetto che vuol essere un omaggio straordinario al sentimento e che riassume così: “Passione è amore ad alta temperatura”.