Dopo quella della morte di Enzo Jannacci ieri a Milano, un’altra triste notizia arriva ora da Roma. Ci ha lasciati anche Franco Califano, il Califfo. Grande autore, cantante e personaggio singolare, è stato protagonista dello spettacolo e della cronaca, interprete della vita bella e dannata della Capitale. Era nato nel 1938 su un volo aereo da Tripoli ed aveva portato al successo canzoni indimenticabili come Tutto il resto è noia, La mia libertà, Io nun piango (dedicata a Piero Ciampi) . Aveva firmato canzoni per altri grandi artisti tra le quali Minuetto e La nevicata del 56 per Mia Martini, Un grande amore e niente più per Peppino Di Capri, La musica è finita e Una ragione di più per Ornella Vanoni.

Aveva partecipato al Festival di Sanremo nel 1988 con Io per le strade di quartiere scritta insieme a Toto Cutugno, nel ’94 con Napoli e nel  2005 con Non escludo il ritorno, scritta assieme ai Tiromancino.

L’ultima sua esibizione in pubblico risale appena al 18 marzo scorso al Teatro Sistina di Roma.