Sono già trascorsi tre anni dalla scomparsa di Amy Winhouse. Il 23 luglio del 2011 il mondo della musica soul perdeva una delle voci più potenti e profonde, forgiata da un incredibile mix di vari generi: soul, jazz e hip-hop.

Come possiamo leggere da alcune delle sue frasi celebri (le trovate qui), Amy era purtroppo animo tormentato, predestinato forse a spegnersi molto presto, così come molto presto sono stati i suoi 27 anni di vita bruciati dagli eccessi di un malessere che non le ha lasciato scampo.

Oltre a ricordarla nel post che trovate cliccando qui, vi mostriamo alcune delle sue migliori performance live. Perché se Amy se n’è andata troppo presto, la sua musica e la sua voce continuano a vivere prepotentemente.