Il solitamente molto abbottonato Festival di Venezia quest’anno ha portato in concorso un’opera sopra le righe, divertente e colorata: stiamo parlando di Ammore e malavita, l’ultima pellicola dei Manetti Bros., in uscita al cinema il 5 ottobre.

Il duo, già autore di film come Zora la vampira, Song ‘e Napule, Piano 17 e Paura 3D, si è cimentato in un genere come quello del musical, poco frequentato in Italia, incentrato su un argomento che invece è molto sfruttato, anche se non in questi termini.

Vengono in mente fenomeni come Gomorra o Romanzo criminale, prodotti di alto livello ma di sicuro estremamente seri e drammatici. In Ammore e malavita invece il micromondo criminale di Scampia interrompe le proprie normali attività per intonare canzoni in inglese, italiano e napoletano.

Nel cast della pellicola troviamo la coppia di protagonisti Giampaolo Morelli e Serena Rossi, cui si affiancano Claudia Gerini, Carlo Buccirosso, Raiz, Franco Ricciardi e Antonio Buonomo.

La trama vede Ciro, un temuto killer al servizio del potente Don Vincenze, “o’ re do pesce”, e della moglie, l’astuta donna Maria. Un giorno però viene incaricato di uccidere Fatima, un’infermiera che ha visto qualcosa che non doveva vedere.

I due però si nascono dalla lontana adolescenza, e il loro nuovo incontro fa rinascere quel sentimento che avevano dimenticato. Ciro decide allora di ribellarsi al suo padrone per vivere il proprio sogno. Ma per poter essere libero dovrà uccidere chi ora lo ha messo sulla propria lista nera.

Nella clip in esclusiva per Leonardo.it possiamo assistere a un’intera canzone, con tanto di coreografia, che prende avvio quando una coppia di turisti viene derubata davanti alle famose Vele: è la “Scampia Experience”, la più profonda esperienza turistica si possa fare in loco.