I direttori artistici per la prima volta con i loro allievi, si esibiscono tutti davanti ai coach ed ai loro insegnanti.

Dopo averli scelti, per i direttori artistici è arrivato il momento di conoscere meglio i loro allievi ed il gruppo di insegnanti che con loro lavoreranno. Miguel Bosè ha così incontrato i ragazzi della squadra blu. Parte subito con una frase ad effetto: “Emma non lo sa, ma il vincitore è qui tra di noi. Dovremmo diventare una famiglia. Vorrei conoscervi di più”.

Ognuno di loro si è esibito nei rispettivi cavalli di battaglia, ad Edwyn dà subito un consiglio, essere più generoso con sé stesso, la sua voce è solare ma non è così il suo aspetto. “Mi ha detto una cosa stupenda” esclama il ragazzo.

Garrison definisce Marta un maschiaccio, il suo intento è quello di tirare fuori la sua femminilità. Verdiana canta ‘Listen’. Miguel Bosè dice di odiarla perché l’ha trovata “straordinaria”. Antonio non può esibirsi per via di quell’infortunio. Andrea canta ‘Le isole negli occhi’ di Tiziano Ferro. Bosè tiene a sottolineare che quando si esibisce si avvicina troppo agli interpreti originali delle cover. Lo invita a non lasciarsi possedere da chi interpreta. Un po’ deluso il ragazzo dichiara che intende dimostrare che non è così.

Si esibiscono Ylenia, Nicolò e Costanzo, l’incontro termina augurando a tutto un buon lavoro insieme agli insegnanti a loro assegnati Garrison, Rudy Zerbi e Luciano Cannito.

Anche Emma Marrone ha conosciuto i ragazzi della squadra bianca, con lei i professori Grazia Di Michele, Mara Maionchi e Alessandra Celentano. Anche in questo caso gli allievi si sono esibiti nei loro cavalli di battaglia e per ognuno di loro gli insegnanti hanno sciorinato pregi e difetti.

Domani ci sarà la nuova diretta di Amici 12, ci sarà un gradito o temuto ritorno, dipende ai punti di vista: il pubblico parlante. E sarà tutta vedere la puntata. Una cosa salta subito all’occhio, si sente la mancanza di Luca Zanforlin volato in Spagna e si vede la sostanziale differenza fra i due direttori artistici, Miguel Bosè è molto professionale, ogni sua parola è pesata, preciso e attento in ogni osservazione. Emma Marrone ha meno esperienza, e si vede, ma si sente una di loro, quasi fosse ancora una allieva. Vedremo come si svilupperanno le situazioni, parlare adesso è prematuro.